E-Safety

logo

Esposizione del progetto nel centro:

Presentiamo il progetto nel centro con murales che mostrano tutti i partner che hanno collaborato e il tema del progetto.

Video di presentazione dei centri e del loro Paese:

un video mostra le caratteristiche specifiche dei centri che collaborano al progetto e il loro Paese d’origine con fatti interessanti.

Visita al centro per conoscerlo e vederne il funzionamento:

ai partner che collaborano viene mostrata la vita quotidiana del centro visitando le aule. Vengono mostrate anche le strutture e, naturalmente, vengono presentati gli studenti e i colleghi.

Formazione degli insegnanti:

I partner finlandesi che collaborano con noi ci illustrano come individuare e affrontare il cyberbullismo con i nostri alunni.

Formazione per gli alunni più grandi della scuola:

ancora una volta, i partner di cooperazione finlandesi hanno organizzato un corso di formazione sul cyberbullismo e i suoi rischi per gli alunni della scuola.

Laboratorio di robotica contro il bullismo:

gli alunni del secondo anno della scuola primaria partecipano a un laboratorio di robotica sul cyberbullismo.

Laboratorio CANVA:

gli studenti utilizzano la risorsa CANVA per lavorare sul bullismo e sull’uso responsabile di Internet.

Workshop KAHOOT:

gli studenti creano con l’aiuto della risorsa KAHOOT domande sul cyberbullismo rivolte agli altri partner coinvolti nel progetto.

Laboratorio radiofonico:

gli studenti intervistano i nostri partner alla radio per conoscerli meglio e saperne di più su di loro.

Laboratorio Chroma:

un video sul bullismo nelle reti viene realizzato in collaborazione con studenti di quarta e sesta classe.

Formazione delle famiglie sul bullismo e sul buon uso di Internet:

la polizia è incaricata di tenere questo workshop alle famiglie degli alunni della quinta classe della scuola primaria.

Visita all'aula del futuro presso la CFIE:

viene effettuata una visita all'”aula del futuro” per mostrare ai partner che collaborano l’approccio e l’uso delle nuove tecnologie nel sistema educativo spagnolo.

Visita all'area giovani del Comune di Valladolid:

l’Assessore all’Istruzione mostra ai partner collaboratori le strutture del Comune.

Partecipazione a un concorso JCYL sul bullismo scolastico:

il video prodotto per il progetto viene presentato a un concorso JCYL sul cyberbullismo e i suoi rischi.

Creare un rap sul cyberbullismo:

viene inventato un rap sul cyberbullismo e gli alunni cercano di impararlo dopo averlo ascoltato ripetutamente attraverso il sistema di diffusione pubblica della scuola.

Visite culturali:

attraverso diverse visite culturali, cerchiamo di trasmettere la cultura e il patrimonio della zona.

Produzione di segnalibri:

vengono creati diversi segnalibri con le regole di base sulla prevenzione del cyberbullismo.

Indagini sulla comunità educativa:

vengono condotte diverse indagini con alunni, insegnanti e famiglie per verificare cosa sanno e hanno imparato sul cyberbullismo.

Mantenere attivo Twitter:

i post su Twitter sono sistematicamente fatti per pubblicizzare il progetto attraverso articoli, attività, notizie,…

Spazio web:

Viene creato uno spazio sul sito web dei centri per dare visibilità al progetto e alle sue attività.

Partecipazione alle conferenze Erasmus+:

abbiamo partecipato come relatori alle conferenze Erasmus+ tenutesi a Valladolid per condividere la nostra esperienza con il progetto e incoraggiare altre scuole a presentare i loro progetti.

Partecipazione a conferenze sulle TIC:

la scuola partecipa a una tavola rotonda per presentare il proprio punto di vista sul bullismo in rete.

Creazione di video:

attraverso diversi video sulle mobilità, alla comunità educativa viene mostrata l’evoluzione del progetto, le attività svolte e le esperienze vissute.